Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Stai Visualizzando

Post taggati con ‘ Archeologia informatica ’

Addio vecchio Minitel ci hai fatto sognare

E quando non c’era internet, come facevamo? Noi ragazzi smanettoni degli anni Ottanta ci arrangiavamo con i BBS, antesignani della rete, rudimentali bacheche elettroniche che ci costavano tempo, fatica e soldi. I modem viaggiavano a 1200 e poi 2400 bit per secondo e c’erano la teleselezione e la famigerata TUT, la tariffa urbana a tempo.

Continua

Google Microsoft: battaglia tra le nuvole

Chiavette USB? Presto saranno archeologia informatica. Ancora qualche giorno e poi arriverà Cloud Connect per Microsoft Office, il tool di Google  per salvare sul web documenti di testo, presentazioni e fogli di calcolo creati con la popolarissima suite di Microsoft.  A nuvola risponde nuvola, una battaglia nei cieli per accaparrarsi il territorio digitale del futuro

Continua

Computer? Roba da museo

Dall’abaco all’iPad, passando per la macchina di Babbage, l’Atanasoff-Berry Computer (ABC), l’Electronic Numerical Integrator and Computer (ENIAC) e il Commodore 64, la storia del computer va in mostra. Dove? Nella Silicon Valley, ovviamente,  in un enorme spazio dedicato del Computer History Museum, aperto nel 1984 e ora ristrutturato con un investimento di 19 milioni di

Continua

Apple: Macintosh da museo

Alla Città del Libro di Campi Salentina, che si è chiusa oggi, c’era un bel pezzo da museo, in esposizione. Il primo Macintosh, commercializzato da Apple nel 1984, sotto teca di vetro, custodito nel Museo della Stampa di Martano. L’oggetto sembrava incuriosire soprattutto i ragazzi, i nativi digitali, che leggevano increduli la didascalia (peccato quel

Continua

Pompei crolla? Consoliamoci (si fa per dire) con i musei in 3D

Schola Armaturarum. Se continua così, taglio dopo taglio, crollo dopo crollo, i figli dei figli dei nostri figli Pompei la vedranno soltanto nei musei virtuali, semmai in 3D. Meglio attrezzarsi, allora. Documentare tutto, per i posteri. Sia pure con i pochi soldi a disposizione, l’Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Consiglio nazionale

Continua

Floppy? Archeologia digitale

Cosa c’era di più rassicurante di quel clac che rumorosamente segnalava l’avvenuto corretto inserimento del floppy disk nell’apposita fessura del case? E del clic  che manifestava la vitalità della lettura dei dati contenuti nel dischetto? C’era un che di meccanica consolazione, nel maneggiare quei magici contenitori di informazione, subentrati al mangianastri del vecchio Commodore. Il

Continua

Vintage informatico: riecco un mito. Il Commodore 64

Era bello il mio Commodore 64. Sembra essere trascorsa un’era geologica e invece è appena ieri. I dati giravano sulla cassetta, nel mangianastri. La striscia magnetica si inceppava spesso e finiva tutto a carte quarantotto. Tra un’operazione e l’altra si poteva fare lo spuntino e lavarsi i denti, tanto era lento, ma era esaltante far

Continua

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
ottobre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031