Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Stai Visualizzando

Post taggati con ‘ Reporters sans Frontières ’

Appello di Reporters sans frontières, perché scorra l’inchiostro e non il sangue

Sul sito di Reporters Sans Frontières il barometro della libertà di stampa 2015 è listato a lutto, con i nomi degli otto giornalisti massacrati il 7 gennaio nella redazione di Charlie Hebdo. Ci sono poi, in questo primo scorcio dell’anno, già 177 giornalisti dietro le sbarre, insieme con 13 collaboratori e 177 cyberattivisti. La storica

Continua

Libertà di stampa, su l’Italia giù gli Stati Uniti

Il paese in cui la libertà di stampa è al top? La Finlandia (al primo posto da quattro anni). Quello in cui è pressoché inesistente? L’Eritrea. Come ogni anno Reporters sans frontières pubblica il suo indice sullo stato di salute mondiale dell’informazione. Ebbene, l’Italia guadagna nove posizioni, torna finalmente ad essere colorata di giallo, insieme

Continua

Stati e aziende canaglia contro la libertà di informazione

Cinque stati canaglia – Siria, Cina, Iran, Bahrain e Vietnam – cinque aziende canaglia – l’italiana HackingTeam, il britannico Gruppo Gamma, la tedesca Trovicor, la francese Amesys e la statunitense Blue Coat Systems. Anche quest’anno Reporters sans frontières ha individuato i nemici mondiali della libertà di informazione. Non solo le nazioni in cui è attiva la

Continua

Reporters sans Frontières crea una cassaforte digitale contro la censura

Ci sono giornalisti e blogger che rischiano la prigione e la pelle, per raccontare cosa accade nel loro paese.  Da oggi Reporters sans frontières mette a loro disposizione un canale di comunicazione digitale criptato per trasmettere articoli, foto, video e documenti altrimenti vietati in patria. L’organizzazione li pubblicherà dopo una scrupolosa verifica delle fonti. Il

Continua

Prix du Net a Jasmine cyber dissidente siriana

In occasione della Giornata mondiale contro la censura informatica, Reporters sans frontières, con il supporto di Google, ha premiato quest’anno i cyber dissidenti siriani che, con il loro impegno di controinformazione, ci permettono di sapere cosa accade davvero nel loro Paese. Il Prix du Net è stato dunque assegnato al giornalismo partecipativo, al citizen journalism

Continua

Nemici di Internet vecchi e nuovi

Nella lista dei Paesi “nemici di Internet” entrano l’India, il Kazakistan, Bahrein e Belarus, escono il Venezuela e la Libia. Oggi è la Giornata mondiale contro la censura alla Rete e, come ogni anno, Reporters sans frontières coglie l’occasione per presentare il suo rapporto su “cattivi” e “sorvegliati speciali”. Tra i primi ci sono Arabia

Continua

Giornalismi: le fonti vanno tutelate

Le fonti dei giornalisti vanno tutelate. Così ha sentenziato il 5 maggio scorso la Corte di appello di Bordeaux. I giudici di secondo grado hanno detto che il pubblico ministero di Nanterre Philippe Courroye è andato al di là della legge, quando ha permesso alla polizia di esaminare i tabulati telefonici di due giornalisti di

Continua

Iran:IraNeda la voce del dissenso

Più di un anno e mezzo dopo la contestata rielezione di Mahmoud Ahmadinejad, Reporters sans frontières continua a sostenere i giornalisti iraniani. Ventisette di loro sono tuttora in carcere in Iran finora e altre centinaia sono stati costretti all’esilio dal regime di Teheran. Tante voci messe a tacere, molte vittorie per il regime. Per lottare

Continua

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
ottobre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031