Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Stai Visualizzando

Post taggati con ‘ social network ’

Guerriglia Londra: e dopo i social network?

Ricapitoliamo. Migliaia di giovani britannici incazzati per qualche giorno mettono a ferro e a fuoco le città. Negli incidenti cinque persone ci rimettono la vita. La scintilla è l’uccisione – da parte della polizia – del giovane pregiudicato Mark Duggan, il 4 agosto. A guerriglia conclusa, la commissione indipendente che vigila sul comportamento delle forze

Continua

Norvegia: il cortocircuito dell’intelligence

AGGIORNAMENTO 31 AGOSTO 2011. Era tutto lì, su Facebook, Twitter e YouTube. La polizia norvegese doveva soltanto impostare i tag di ricerca con le parole sensibili, per intercettare le intenzioni stragiste di Anders Behring Breivik. I profili del neonazista xenofobo sono stati rimossi dai social network subito dopo la carneficina, ma ormai era troppo tardi.

Continua

Spider Truman dalle stelle alle stalle

Stupisce lo stupore di tanti colleghi. Spider Truman non esiste, dicono. E’ un complotto per disinformare, un’operazione popolar popolareggiante, sordida, qualunquista. Dietro ci sarebbero parlamentari (pentiti?) o addirittura partiti (IDV). Eleonora Bianchini, sul Fatto Quotidiano, dice che la rete ha “smascherato” Spider. Avrebbe scopiazzato un testo altrui. Orrore! In rete non lo fa nessuno!

Continua

Due o tre cose che so di Spider Truman

Spider Truman è amato da 252.599 fan (su Facebook alle 15.52 di lunedì 18 luglio) e odiato almeno da 630 deputati. Forse da 315 senatori, ma di loro Spider non parla. Sicuramente da un nutrito stuolo di intellettuali, dietrologi, cospiratologi. Questi ultimi si chiedono il perché della sovraesposizione mediatica. Un boom con pochi precedenti. Gatta

Continua

Giornalisti e bufale: in morte (falsa) di Obama

No, non si può vivere di soli Twitter e Facebook, e neanche del nuovo Google +. L’informazione non può passare solo ed esclusivamente dai social network. Il falso tweet sulla morte del presidente americano Barack Obama ha messo a nudo il re,  e l’allarme rosso dovrebbe lampeggiare per tutti:  giornalisti, lettori, utenti del web. Mai

Continua

Un vulcano on line la nuova Costituzione islandese

Nel paese dei vulcani dal nome impronunciabile ribolle il magma della democrazia partecipata. La nuova carta costituzionale dell’Islanda si sta scrivendo in parte su internet, sui social network. Dei 320mila cittadini, due terzi hanno un profilo Facebook, ed è lì che il lavoro della Commissione Costituzionale viene vagliato, discusso, integrato, modificato. ”Credo che questa sia la

Continua

Giornalismi: aggregatori di news buoni e cattivi

In rete ci sono buoni e cattivi aggregatori di news, che rispettano o meno le fonti originali. Scrive il direttore del Knight centre for digital media entrepreneurship dell’Università dell’Arizona, Dan Gillmor che i cattivi aggregatori fanno un danno al buon giornalismo. L’intervento è stato pubblicato dal Guardian e poi tradotto e ripreso nell’ultimo numero di

Continua

Apple privacy e tracking. It’s the same old story…

Da quando il Web 2.0 è diventato maturo, abbiamo fatto tutto e il contrario di tutto… e chi se ne frega della privacy. Abbiamo oscillato ambiguamente, e spesso superficialmente, tra la condivisione sfrenata (..oggi indosso i calzini viola…adesso sono qui….sto bevendo una birra….il mio capo è un deficiente….) e l’anonimato più o meno assoluto. Nel

Continua

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
novembre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930