Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Muse e Google Healt: purchè sia buona sanità

Google vara la cartella clinica personale on line, ad accesso sicuro e riservato agli operatori sanitari, e gli ospedali di Trento e Cles adottano il Muse, un servizio per l’archiviazione digitale in rete degli elettrocardiogrammi.

e-Healt, cioè il sistema sanitario telematico, continua a fare passi in avanti. Mentre il progetto di Google ha valenza nazionale – per il momento solo negli Stati Uniti – in Italia si procede a macchia di leopardo.

Tante buone iniziative che hanno però un grosso limite: la mancanza di una visione unitaria. Cerco di spiegarmi. Se il paziente di Trento o Cles ha un problema cardiaco mentre si trova in un’altra regione, il sanitario non ha possibilità di accedere al server centrale trentino per controllare gli esami precedenti. Il Google Healt, invece, permette di visionare la cartella clinica personale in qualsiasi luogo del mondo.

Da noi ogni regione, ogni Asl, sembra procedere per la sua strada. A nord come a sud ci sono sistemi di sanità informatizzata anche di alto livello, ma che non dialogano tra loro.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
maggio: 2008
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031