Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Un presidente molto Google

Quattro dirigenti di Google, tra i quali l’amministratore delegato Eric Schmidt, sono stati protagonisti del comitato per la transizione. Soltanto la Dreamworks di Steven Spielberg ha battuto Google per quantità di denaro elargita al comitato organizzatore per la presidenza. C’è un rapporto molto stretto tra Barack Obama e l’azienda di Mountain View. Indovinate chi si preoccupa di più? Microsoft, ovviamente. Qualche giorno fa Il Los Angeles Times si è posto l’interrogativo sulla cambiale che Google potrebbe portare all’incasso. Con due risposte.

La prima. Sviluppo dei progetti per la banda larga. Non a caso la Commissione per l’Energia e il Commercio, su specifica richiesta del Presidente, metterà sul piatto sei miliardi di dollari per cablare l’intero paese e sostenere i progetti wireless e mobile.

La seconda. Network Neutrality è un chiodo fisso per Google, che chiede da tempo – inascoltata dall’amministrazione Bush – di impedire alle major delle comunicazioni di imporre tariffe variabili a provider e gestori di siti internet che consumano più banda, cioè veicolano filmati, cioè YouTube. E’ facile pensare che possa essere presto introdotta una norma che proibisca alle aziende di fare cartello per imporre tali scelte.

Chiamato in causa, Eric Schmidt si schermisce, e afferma che il suo coinvolgimento nella campagna presidenziale è legato solo alle idee progressiste di Obama, anche su scienza e tecnologia. D’altro canto Microsoft – che ha fatto amara esperienza di antitrust – sta gridando ai quattro venti che Google sta creando un nuovo monopolio sulla rete. Il bove dice cornuto al ciuccio.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2009
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031