Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Registrazione domini .it: agli utenti piace sincrono

Da quando Registro.it ha adottato la registrazione automatizzata dei domini internet italiani (quelli con la it dopo il punto), c’è stata un’impennata di nuovi siti. Sembra incredibile, ma – fino al 28 settembre scorso – per registrare un sito internet si doveva inviare la documentazione per fax e posta ordinaria. Una evidente contraddizione, finalmente sanata. E gli utenti hanno apprezzato. 

Dal 28 settembre, giorno in cui è entrato in funzione il nuovo sistema “sincrono”, completamente automatizzato, sono stati attivati quasi duemila nuovi domini al giorno, contro una media di 1.156 rilevata nel corso del 2009. 

Registro .it, è l’organismo dell’Istituto di Informatica e Telematica del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa (Iit-Cnr) che assegna e gestisce i nomi della rete a suffisso .it.   

Il 28 settembre, primo giorno di operatività, il Registro ha attivato 723 nuovi domini in tempo reale, cui si sono aggiunti altri 1.638 domini registrati secondo le vecchie procedure “asincrone” (i due sistemi coesisteranno in parallelo per i prossimi due anni). 

Il nuovo sistema consente agli utenti di attivare domini .it anche il sabato e la domenica (operazione non possibile con le vecchie procedure che richiedono il controllo manuale da parte degli operatori). 

“I primi dati, pur largamente parziali e suscettibili di variazioni nel medio periodo, testimoniano l‘interesse degli operatori e degli utenti  per le nuove procedure”, osserva il direttore dell’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr e responsabile del Registro, Domenico Laforenza

“Grazie al sistema ‘sincrono’, i tempi effettivi di registrazione dei domini .it sono passati da una media di due, tre giorni a circa tre ore: senza considerare la facilità e l’immediatezza delle procedure. Un’ulteriore spinta alle registrazioni – e, più in generale, alla diffusione di Internet in Italia – è attesa dalla campagna di comunicazione che il Registro attuerà a partire dal prossimo novembre. 

Per le operazioni di registrazione gli utenti finali devono rivolgersi ai registrar (società che operano con le nuove procedure automatizzate) o ai maintainer (che lavorano in modalità “asincrona”). 

A oggi i maintainer accreditati sono 1.990, in larga misura (95%) italiani. Tra i registrar, invece, la presenza straniera è decisamente più consistente: dei 133 operatori che hanno sottoscritto il contratto – ma la lista è in continuo aggiornamento – gli operatori esteri sono già il 20%. 

Il Registro .it conta 1.737.270 domini registrati (dato rilevato l’8 ottobre: erano 1.623.705 a fine 2008) e, per dimensioni, è il quinto d’Europa e il settimo del mondo tra i registri “geografici” (ovvero, quelli che identificano una nazione o un territorio, come .fr per la Francia, .de per la Germania o .uk per il Regno Unito).


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da RB

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
ottobre: 2009
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031