Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Problemi con Skype? Arrangiati!

Hai problemi con Skype? Per esempio, qualcuno ha violato il tuo account ed è riuscito a farsi accreditare da Paypal un’autoricarica di 115 euro? Hai dunque bisogno di contattare Skype (telefono, eMail, fonogramma, telegramma, tamtam)? Scordatelo. Ogni tentativo si risolve in una sorta di gioco dell’oca che ti riporta sempre alla prima casella. E poi il regolamento di assistenza di Skype sembra scaturito dalla Legge di Murphy: vai alla pagina di assistenza, ma per avere assistenza il tuo account deve funzionare, cioè devi riuscire a loggarti.

Ovvero, la Legge di Murphy

Ovvero, la Legge di Murphy

Già, ma io ho bisogno di assistenza proprio perché l’account non funziona. Clicchi, ti mandano una mail automatica con un link da cliccare. Ri-clicchi: dice che hai cliccato troppo e che devi riprovare 24 ore dopo. Allo scoccare della ventiquattresima ora, dunque, ricominci tutto daccapo, in un delirio crescente di mail automatiche che si sovrappongono, pagine di (presunta) assistenza che ti si aprono ora in inglese, ora in italiano, ora in croato. Nulla da fare. Hai fatto un clic di meno (o di troppo) e il gioco dell’oca ti rispedisce alla casella di partenza.

Dice Skype sulla sua pagina di (presunta) assistenza:

“Se scegli di contattarci via e-mail, immetti i tuoi dati, descrivi il problema, quindi fai clic su Invia. Ti risponderemo al più presto”.

Bene, ma qual è la mail? Nessuna risposta.

“Al momento non offriamo l’assistenza telefonica”.

Sì, ce ne siamo accorti.

Qualcuno dirà: “ma cosa pretendi? In fondo Skype è un servizio gratuito”.

Risposta sbagliata: Skype è anche un servizio a pagamento. Si può acquistare credito per servizi supplementari e, se compri, hai diritto a un’assistenza degna di questo nome.

Dimenticavo: se si chiede aiuto a Paypal, dicono di contattare il venditore. Come se non ci avessi provato!

 

P.S.  23 giugno 2014. La storia si finalmente è conclusa:

“Gentile Bruno,

Ho constatato anch’io che Paypal ha rifiutato il pagamento. Ora finalmente ho la possibilità di apportare delle modifiche nel nostro sistema e la informo quindi che ho provveduto a stornarlo io. Dovrebbe già vederlo nel suo report e sarebbe importante per me avere una sua conferma.

Mi dispiace molto se il processo non è avvenuto in modo immediato. Spero che in futuro questo non succeda più. Se dovesse avere comunque degli addebiti non autorizzati nel suo account, ci contatti subito.

Buon fine settimana.

E. T.

Assistenza Skype”

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
giugno: 2014
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30