Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Stai Visualizzando

APPROFONDIMENTI

Open Science, Aaron Swartz non è morto invano

Aaron Swartz non è morto invano. Non c’è un rapporto diretto di causa/effetto tra il suicidio del giovane hacker statunitense e la decisione del presidente Barack Obama  per l’accesso gratuito agli studi scientifici finanziati con denaro pubblico. E’ impossibile, però, pensare che si tratti soltanto di una coincidenza.  Aaron Swartz si è ucciso a 26

Continua

Hacker e cracker raccontati dai servizi segreti (che copiano da Wikipedia)

Ci volevano i servizi segreti per fare un po’ di chiarezza su hacker e cracker, black hat e white hat, buoni e cattivi, criminali e Robin Hood. La lezione arriva dal DIS, il Dipartimento Informazioni per la Sicurezza diretto da Giampiero Massolo, nella Relazione annuale sulla politica dell’informazione per la sicurezza. La sintesi è stata

Continua

Truffa online minuto per minuto

Questa è la storia di una truffa online consumata nei giorni scorsi tra Italia e Balcani, sulla quale sta indagando la Polizia delle Comunicazioni. I delinquenti hanno agito con particolare scaltrezza. Prima hanno rubato l’identità di un cittadino italiano (il falso venditore) e poi hanno usato un falso corriere internazionale. Ve la racconto perché lo

Continua

Non cliccate sui link sospetti, vi infettano il computer!

Cambiano i tempi e mutano anche le abitudini degli untori di codice digitale maligno. Ormai il contagio arriva soprattutto dai siti tarocchi, dai link contenuti nei messaggi di posta elettronica. Dice McAfee che gli URL (cioè gli indirizzi internet) sospetti si sono sostituiti alle botnet (cioè le reti gestite dai criminali) come meccanismo di distribuzione

Continua

iPatente e scopri se l’assicurazione dell’altro è fasulla

Quando ci si mette, la Pubblica Amministrazione italiana riesce a proporre utili servizi di eGovernment. E’ il caso dell’applicazione per dispositivi mobili iPatente, che lavora in simbiosi con il Portale dell’Automobilista del Ministero dei Trasporti. E’ gratuita e necessita di una registrazione online per ottenere nome utente e password. Tra le numerose funzionalità ce n’è

Continua

Bradley Manning 1000 giorni in carcere senza processo

Sabato 23 febbraio saranno mille giorni che il soldato Bradley Manning avrà passato in prigione senza processo. Carcerazione preventiva. Manning è accusato dalla giustizia degli Stati Uniti di “collusione con il nemico”, diffusione di segreti militari”, “pubblicazione di informazioni riservate su Internet, pur consapevole di renderle accessibili al nemico” e “frode e violazione delle normative

Continua

Social Media Post Mortem, c’è vita dopo la rete?

Twittare, chattare, postare post mortem. Macabro, di pessimo gusto, ma prima o poi qualcuno sarebbe arrivato a sdoganare la vita digitale dopo il trapasso fisico. Succede nel film che apre la seconda stagione della serie tv britannica Black Mirror (Be Right Back) e sta per succedere in rete, con DeadSoci.al e LivesOn, ovvero: How DeadSocial

Continua

La crociata di Agcom contro l’informazione politica in rete

L’Agcom più realista del Re? La par condicio elettorale non si applica al web, ai social network e al mondo digitale perché la normativa non lo prevede? Nessun problema, ghe pensi mi, sembra dire l’instancabile presidente di Agcom, Angelo Cardani. Intervistato il 29 gennaio dal TG1, ammette che “tutto ciò che avviene su internet non è

Continua

Agcom e l’insostenibile leggerezza dei sondaggi elettorali

Sulle pagine del sito del Governo dedicate ai sondaggi politico elettorali si legge che “L’attività del sito www.sondaggipoliticoelettorali.it è temporaneamente sospesa in applicazione dell’art. 8 della legge 22 febbraio 2000, n. 28 e dell’art. 7 della delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 256/10/CSP del 9 dicembre 2010”. La quaresima è cominciata. I sondaggi

Continua

Giornalisti proteggete i segreti digitali!

E’ stato lo stesso New York Times ad ammetterlo: per più di tre mesi cyber-agenti segreti cinesi hanno violato le password di cinquantatré giornalisti del quotidiano e frugato nei computer dei cronisti. Un attacco in grande stile, organizzato dopo le inchieste del NYT sul patrimonio segreto del primo ministro di Pechino Wen Jiabao. I cracker

Continua

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
novembre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930