Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Stai Visualizzando

Post taggati con ‘ george orwell il grande fratello ’

L’FBI riconoscerà un volto tra milioni

La mamma dei grandi fratelli è sempre incinta. Avevamo appena metabolizzato l’occhiuto network Awareness System Domain, adottato dalla polizia di New York per videosorvegliare minuziosamente le strade della città e confrontare all’istante immagini e banche dati. Ci eravamo consolati nell’apprendere che il sistema newyorkese escludeva il riconoscimento facciale dei cittadini. Scopriamo adesso che l’FBI sta

Continua

Bavaglio alla rete. A Mosca come in Oceania?

“La gioventù ha bisogno di essere sorvegliata per evitare che sia corrotta da idee ‘strane’, specialmente nella musica, che minano i valori tradizionali. Mi sembra che siano maturi i tempi per un monitoraggio nel Paese per scoprire cosa stanno ascoltando, cosa stanno leggendo, cosa stanno guardando”.  Chi lo ha detto? Dove accade? Non nell’Oceania di

Continua

La Francia orwellizza i cittadini con RFID sulla carta di identità

Ci lamentiamo noi, ma in Francia – a volte – fanno di peggio. Con un blitz parlamentare (c’erano solo undici parlamentari in aula, sette della maggioranza di centro destra e quattro dell’opposizione), l’Assemblée nationale ha orwellizzato i cittadini. E’ passata la legge che istituisce la nuova Carta di Identità Elettronica. Conterrà due microchip. Il primo

Continua

A cosa serve Google Latitude?

L’unica certezza è che Bin Laden non lo userà mai. Se mai attivasse Google Latitude sul suo smartphone (ne avrà uno?), qualche istante dopo gli arriverebbe sulla testa un missile pseudo- intelligente sparato da un drone in volo dalle sue parti. Già, ma a chi può venire in mente di attivare permanentemente Google Latitude sul

Continua

Wikileaks: il Grande Fratello del Grande Fratello

Jeff Jarvis si conferma tra i più acuti osservatori e commentatori del giornalismo al tempo di internet. Aspettavamo con curiosità un suo intervento a proposito di Wikileaks. E’ stato pubblicato qualche giorno fa su BuzzMachine, il frequentatissimo blog di Jarvis. Ve lo propongo nella traduzione curata da A.F. per LSDI, prezioso punto di riferimento italiano

Continua

Amazon chiede scusa, Obama pure

Bel paese, gli Stati Uniti. Lì chi sbaglia chiede scusa, e lo fa pubblicamente. Così l’amministratore delegato di Amazon, Jeff Bezos, chiede scusa per aver fatto cancellare dai lettori di e-Book Kindle dei clienti le copie di alcuni romanzi, tra cui “1984” e “La fattoria degli animali” di George Orwell. E poi il presidente Barack

Continua

Tempi duri per il peer-to-peer

In Italia ci sta pensando la SIAE, in Gran Bretagna fanno persino di peggio. Vogliono imporre una tassa annuale di venti sterline per ogni utente, “per combattere la pirateria video-musicale”. Il ministro per la cultura Andy Burnham (il Bondi albionico), sta pensando di mettere sotto tutela gli Internet Provider con la creazione di una nuova

Continua

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
luglio: 2020
L M M G V S D
« Ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031