Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

C’era una volta l’odiata TUT. C’è ancora, sulle chiavette dell’Internet Mobile

Chi? Dice Totti alla partner che, nello spot, gli propone le mirabilie della internet key. Adiconsum reinterpreta a modo suo la réclame aggiungendo: “a chi la vuoi dare da bere”? L’associazione che tutela gli interessi dei consumatori dice ciò che tutti pensano, cioè che il Re è nudo. Queste chiavette sono una presa per i fondelli – dice in sostanza Adiconsum. Si paga anche il non utilizzo del servizio. Molti forse non se ne accorgono, ma le tariffe a tempo sono un bluff. Infatti, mentre si legge una pagina, si guardano foto  o si visiona la propria posta,  il tempo corre, ma non c’è connessione. Sono soldi regalati al provider.

Aggiunge Adiconsum: “Ad aggravare il tutto, poi, ci sono  gli scatti di 15 minuti, sistema brucia tempo  tutto italiano”.

Già, il brucia tempo. Una volta si chiamava TUT (Tariffa Urbana a Tempo). Internet era agli albori, il telefono aveva il disco combinatore e i modem analogici andavano alla folle velocità di 2400 – 4800 bps. Ci si collegava al provider tramite un numero urbano e il tassametro girava, mentre la linea telefonica era indisponibile, occupata. Spese folli. Poi arrivarono le tariffe flat e finì l’angoscia da TUT.

Apparati delle vecchie centrali telefoniche

Apparati delle vecchie centrali telefoniche

Il brucia tempo denunciato da Adiconsum è la stessa cosa. La TUT in versione internet key, anzi, chi?, alla Totti.

Continua Adiconsum: “Il vero problema della connessione internet in mobilità è che non è uguale alla navigazione da posto fisso, non si possono fare le stesse cose e soprattutto non si può essere sempre connessi.

E’ ora che i gestori lo dicano con chiarezza agli utenti che vengono, invece,  illusi da spot fantastici.

La dimostrazione è nella nuova tariffa di Wind che pubblicizza, illudendo gli utenti, una “navigazione senza limiti”, ma costringe il provider a limitare la velocità a 32 Kb dopo aver scaricato 1 Gb, altrimenti diventerebbe difficile telefonare con il cellulare.

Anche le velocità di connessione è frutto di mancanza di regole.

Proprio in questi giorni c’è la corsa ad annunciare le chiavette che raggiungono maggiore velocità.

Internet Mobile Chi?

Internet Mobile Chi?

Peccato che si tratti solo di “promesse” e di “velocità” raggiungibili in specifici luoghi coperti dalla rete implementata ai nuovi servizi.

Utilizzando una chiavetta in mobilità ci si accorge facilmente che la velocità varia di continuo: è lentissima in GPRS, poco lenta in EDGE, veloce in UMTS, velocissima in HSDPA.

Sarebbe, quindi, opportuno che le aziende di telefonia mobile dichiarassero la velocità media offerta dalla propria rete e indicassero con chiarezza come è costituita, permettendo ad ogni utente di sapere con esattezza dove troverà connessioni lente o veloci.

Agcom, che avrebbe il compito di regolare il mercato e garantire i consumatori, è lentissima nella sua azione (su internet fisso dopo tre anni deve ancora rendere operativo il controllo della qualità), rendendo inefficace  il proprio lavoro e lasciando piena libertà alle aziende”.

“Chi ci rimette è sempre il consumatore”, conclude Adiconsum, che –  invece di minacciare una class action “in alternativa alle indispensabili denunce all’Antitrust, chiede alle aziende di aprire un tavolo con le associazioni consumatori per realizzare una specifica Carta dei servizi condivisa che regolamenti il mercato di internet in mobilità, garantendo anche i diritti dei consumatori”.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
febbraio: 2010
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728