Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Navigatori satellitari esposti agli attacchi dei pirati informatici?

Se l’allarme lo lancia un istituto scientifico prestigioso come il National Physical Laboratory (NPL) britannico, c’è poco da stare allegri. I pirati informatici potrebbero controllare a distanza i navigatori satellitari, per modificare le informazioni che appaiono sul display dell’utente. Il giornalista scientifico della BBC Jason Palmer ha intervistato l’ex presidente del NPL, David Last. E’ sufficiente manovrare un apparecchio da cento euro per disturbare il segnale GPS, anche a distanza di molti chilometri, dice l’ing. Last.

Si tratta di mezzi tecnologici che si acquistano in rete senza difficoltà, in grado di fare jamming  e spoofing, e modificare coordinate geografiche e schermate del navigatore satellitare. Così, una pratica prettamente militare (disturbare le comunicazioni del nemico) diventa alla portata di tutti.

Gli scenari ipotizzati da David Last sono catastrofici. I criminali potrebbero portare fuori rotta anche le navi. Una manna per i pirati (quelli veri).  ”Si devono considerare i ricevitori Gps come dei computer prima dell’avvento dei virus – dice Last – e bisogna prepararsi ai rischi”.  Il tallone di Achille di un dispositivo GPS è il flebile segnale che lo raggiunge da una distanza enorme, circa ventimila chilometri. E’ facile disturbarlo con il jamming.

La posizione corretta, in caso di jamming, è indicata dall'eLORAN

Come difendersi? Le navi, per fortuna, usano anche il LORAN. Anzi, l’eLORAN, insensibile – a quanto pare – al jamming praticato con gli attuali dispositivi in commercio.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da RG

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
febbraio: 2010
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728