Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Google: il j’accuse dell’Unione Europea

La vostra società ha notato cambiamenti improvvisi e significativi della sua posizione sui motori di ricerca come Bing, Google o Yahoo? Avete constatato improvvisi cali nel numero di utenti rinviati verso i vostri servizi da Google, che non possono essere spiegati da cambiamenti sul vostro sito internet?“.  Sono alcune delle domande che gli investigatori della Commissione europea  stanno rivolgendo alle aziende europee. Dunque – scrive oggi in prima pagina il quotidiano francese Le Figaro –  l’inchiesta su Google per abuso di posizione dominante è cominciata.

L'articolo di Le Figaro (cliccare per ingrandire)

Bruxelles ha cominciato a inviare i primi questionari alle imprese che potrebbero subire le conseguenze delle presunte violazioni di Google. I documenti sono stati inviati un po’ prima di Natale e comprendono circa un centinaio di domande rivolte a editori di siti internet, motori di ricerca, elenchi in linea e agenzie di pubblicità online, entro l’11 febbraio.

Le domande implicano anche un’altra accusa: la manipolazione dei risultati delle ricerche e della piattaforma pubblicitaria, mentre Google ha sempre rivendicato la neutralità matematica del suo algoritmo.

Il sospetto dei tecnici di Bruxelles è che l’algoritmo di Google sia programmato per preferire i video di YouTube rispetto a quelli di Dailymotion, le mappe di Google Maps a quelle di Mappy, le foto di Google Images a quelle di Flickr.

Sospetti analoghi pesano sull’attività pubblicitaria di Google, con “improvvisi aumenti delle tariffe pubblicitarie sui motori di ricerca nel corso degli ultimi sei anni”. La domanda dei detective della UE è brutale: “Google vi ha mai indicato che un aumento delle spese pubblicitarie potrebbe migliorare il vostro ‘ranking’ naturale?”.

(Fonti: Le Figaro, agenzia di stampa TMNews)


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
gennaio: 2011
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31