Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Carte di credito: Cameron contro la Dogana delle Pecore

Entro la prima metà del 2014 tutti gli stati membri dell’Unione Europea dovranno adattarsi alle regole imposte dalla nuova Consumer Rights Directive, in difesa dei diritti dei consumatori. Uno dei punti chiave riguarda le commissioni richieste per il pagamento con le carte di credito: “i commercianti non potranno più addebitare ai consumatori costi supplementari per i pagamenti con carta di credito (o altri mezzi di pagamento), se non i costi effettivamente sostenuti per offrire tale opzione di pagamento”. La Gran Bretagna ha deciso di anticipare al 2012 l’applicazione della direttiva.

 

Vignetta di Inkcinct (http://www.inkcinct.com.au/)

 

L’annuncio è ovviamente piaciuto alle associazioni dei consumatori britanniche. Molto meno a Ryanair, che si fa pagare più di sette euro di commissione su ogni biglietto/viaggiatore acquistato con il bancomat o la carta di credito.  Cioè, se si viaggia in due, la tassa è di quattordici euro, che diventano 28 se i viaggiatori sono quattro, eccetera.

Entro il 2012, dunque, in Gran Bretagna i commercianti potranno addebitare soltanto una piccola somma per diritti amministrativi, per i pagamenti con carte di credito, e dovranno dichiararlo chiaramente all’atto dell’acquisto.

Il governo Cameron è stato chiaro, con un comunicato pubblicato sul sito del Ministero del Tesoro. La misura sarà adottata in tutti i settori, non soltanto per i trasporti.

Un bel colpo sferrato contro la Dogana delle Pecore, che ancora resiste in gran parte dell’Unione Europea.

 

[subscribe2]

 


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
dicembre: 2011
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031