Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

A Ostuni il divario digitale si chiama EDGE

Metti un giorno di vacanza a Ostuni, la città bianca, una delle località turistiche più belle e frequentate d’Italia. Ti siedi al tavolo del bar, ordini il caffè e provi a scaricare il quotidiano sull’iPad, per leggertelo in santa pace. Sul display, in alto a sinistra, accanto alla sigla dell’operatore telefonico – TIM – non appare 3G bensì una E. Capisci che sei nel terzo mondo digitale. Pensavi che la connessione dati EDGE fosse un brutto ricordo del passato, quando tablet e smartphone non esistevano e sul telefono cellulare scaricavi al massimo qualche messaggio di posta elettronica. Invece EDGE vive e lotta insieme a noi. TIM la propina ancora sulle sue reti di telefonia mobile, al tempo dell’HSPA evoluto, alla vigilia dell’LTE o 4G che dir si voglia. Manco Ostuni fosse lo Zimbabwe***, dove cittadini e turisti non hanno bisogno di internet!

Se vedi la E ti scordi la rete

 

Ecco, questo è il digital divide più subdolo, perché in un luogo così non te lo aspetti. La tecnologia EDGE è vintage telematico, va bene per le dimostrazioni nei musei, accanto al radiotelegrafo di Marconi. Persino l’assenza di copertura sarebbe più dignitosa.

Cara TIM, per piacere, rottama subito EDGE, così nei convegni potrai parlare più liberamente di banda larga e sarai più credibile.

 

PS. Ho abusato di sigle e acronimi per essere conciso. Ecco qui qualche dato:

EDGE (Enhanced Data rates for GSM Evolution): velocità fra i 150 e i 200 kbps;

HSPA + (High Speed Packet Access) : banda fino a 42 MBit/s in download e 22MBit/s in upload;

LTE o 4G (Long Term Evolution) Max Downlink Speed):  326,4 Mbps.     

 

*** Il riferimento allo Zimbabwe è sarcastico e non ha alcuna valenza razzista. La citazione deriva da questo episodio della recente vita politica italiana. 

 

Una città bella come questa non se la merita l’umiliazione EDGE!

 

 


Twitter: @pinobruno

  • Pingback: “Vecchi” Internet Café addio? | Webso()

  • Diego Vagnoli

    Sono cliente 3, ma per una vacanza in sicilia non volevo rischiare di restare senza copertura (la tre ha ancora grossi buchi) e quindi mi sono fatto una sim x iPad Tim.
    Da quando sono “sceso” sotto Napoli il 3g ha cominciato a singhiozzare e ora a Palermo non c’è verso di stare sul 3g. Il Mio iPad ci prova (resetto la rete, attivo e disattivo i dati) ma dopoo manco 30 secondi (nonostante 3 tacche buone) mi passa di nuovo a edge.
    Beh, la differenza di qualità sulla connessione è spaventosa. Quando c’è quella maledettissima “E” vicino a Tim ormai rinuncio a connettermi e non userò un quinto dei 5 giga che avrei acquistato (figuriamoci gli altri 5 che mi hanno regalato per l’estate)

    Per fortuna ho anche l’iphone, dove ho lasciato la sim 3, che si connette solo su 3g, e va una scheggia anche a a Palermo.

    • si chiama digital divide…TIM in questi giorni pubblicizza la rete a 42 MB/s ma fuori dei grandi centri urbani ti propina EDGE!

  • Ancora un commento nel forum: “Anche io a Palermo con edge vado discretamente veloce e lo tengo sempre
    attivo per whattsapp e mail, cosí consumo poca batteria, quando ho la
    necessità di navigare da smartphone piú veloce passo in 3G”.
    Continuo a non capire perché odi tanto questo Edge 🙂

  • Credo tu stia facendo confusione tra Edge e 2G/Gprs.
    Edge era considerato uno standard superato con l’avvento del hsdpa, adesso con lo diffusione degli smartphone si è deciso di implementarlo al massimo per offrire qualcosa in più. Soprattutto Vodafone è da un annetto che lo sta rimettendo in piedi, a questo indirizzo trovi tutte le informazioni http://forum.telefonino.net/showthread.php?t=833022&page=26

    • No, quello in questione è proprio l’EDGE di una volta, quello che ci mette un’ora per far apparire sul display una scarna pagina web…

      • che vuole dire l’EDGE di una volta? 🙂 il problema che hai avuto è da attribuire alla rete intasata, fenomeno che in una nota località di vacanza come Ostuni può capitare benissimo. Leggi anche questo post da marina di carrara: http://forum.telefonino.net/showpost.php?p=14770157&postcount=50825

        • e daje, Marco, non alle 8.00 del mattino di domenica, in una città deserta! Ho avuto EDGE fino a sera, a nord, est, ovest e sud della città….non capisco….TIM è indifendibile se in una località come Ostuni non irrobustisce la rete! Sullo smartphone avevo invece Tre Italia e il download era velocissimo, tant’è che alla fine sono stato costretto ad attivare l’hotspot personale su iPhone!

          • Evidentemente sottovaluti i vantaggi dell’Edge. Leggiti gli interventi in questa pagina e poi ne parliamo, ok? http://forum.telefonino.net/showthread.php?t=833022&page=23&highlight=mbps
            Te ne cito giusto due:
            1 – Pare che Vodafone si sia prefissata l’obiettivo di avere rete EDGE in tutta Italia entro il 2015
            2 – Ho vissuto per un periodo in Inghilterra proprio nel periodo in cui Vodafone uk aveva iniziato a implementare l edge e devo dire che sono poche le volte in cui ho dovuto utilizzare il 3G per la normale navigazione , in piu prende benissimo anche nei posti piu nascosti e in metro e si naviga piu che decentemente. Per non parlare poi del fatto che non dovevo abbassare a zero la luminosità per arrivare a fine giornata. Con questo non dico che il 3G o 4g siano inutili anzi. Ma per come sono strutturati oggi i siti mobile non sono piu una necessita grazie all HTML e all abbandono del flash

          • sullo stesso forum leggo (e condivido appieno) : ”
            Scusate l’esternazione ma, sti caz.zi!!! … Fine 2015: anziché parlare di 4g e lte advanced, parliamo di edge … va beh, va”

          • ecco un nuovo interessante commento nel forum: “purtroppo” l’edge ancora oggi serve: ero in tim, sono passato a vodafone ma tempo 2 mesi sono dovuto ritornare in tim a causa che spesso e volentieri, ripeto spesso e volentieri, il 3g di vodafone si annienta dentro gli edifici, non dico in tutti ma in tanti si, e io col galaxy s2 è impossibile trovarsi spesso e volentieri in gprs. Con tim tutt’altra musica, edge a palla dovunque non sia presente il 3g/H+ di tim, e l’edge per navigare col browser del s2 va più che bene. Poi bisogna vedere, anche in riferimento ai vari interventi “qui c’è edge di vodafone”, bisognerebbe che le varie persone testassero anche il flusso dati che vodafone ha assegnato al suo edge e così stabilire se la presenza o meno dell’edge di vodafone ha consistenza o se è solo di facciata.

          • L’edge è saltato fuori perche voda sta aggiornando la rete per renderla pronta alle nuove evoluzioni, e l’edge è venuto gratis.
            Nessun bug specifico, ma ovviamente quando fai uno switch di questa portata non è che tutto funziona al 100% dal giorno alla notte. E non è vero che fa la stessa velocità del GPRS, testato di persona. (altro interessante commento)

          • Angelo Pinto

            Quanto è difficile capire che in Italia, e al Sud in particolare, abbiamo scarsa consapevolezza della rivoluzione in cui siamo immersi!
            Ostuni lo Zimbawe?! Allora Fasano, che non ha l’ADSL in gran parte della zona industriale, è il Ghana!!!

          • Angelo, il riferimento al paese africano è soltanto una provocazione, anzi una citazione (come puoi leggere in coda al post). Per il resto, il giornalista ha il dovere di raccontare….

    • Marco

      confermo, hai erroneamente confuso l’edge con il gprs! 🙂
      http://forum.telefonino.net/showpost.php?p=16606837&postcount=736

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
giugno: 2012
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930