Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Stai Visualizzando

Post taggati con ‘ open data ’

Una mappa interattiva tira l’altra

Le mappe interattive sono come le ciliegie: una tira l’altra. Ecco così il suggestivo European word translator di James Trimble dell’Università di Glasgow, promotore del sito UK Data Explorer, che traduce all’istante una o due parole dall’inglese verso le altre lingue europee e le posiziona correttamente sulla mappa. Nulla di trascendentale, ma se fossi un

Continua

Da oggi la burocrazia deve essere trasparente suo malgrado

Sindaci, presidi, direttori di Asl, amministratori pubblici tutti: da oggi vi tocca essere trasparenti sul serio. Adesso c’è la legge che ve lo impone, e per chi non si adegua sono previste pesanti sanzioni. Sabato scorso è entrato in vigore il decreto legislativo n. 33/2013 sul “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e

Continua

#Twitantonio il candidato a portata di tweet

Si scrive civic hacking, si legge #twitantonio, cioè i candidati a Senato e Camera a portata di tweet. Semplice e rivoluzionario, perché al politico piace twittare ma non “essere twittato”, avere followers ma non diventare follower dei comuni mortali. E invece #twitantonio te li mette a portata di tastiera, uno ad uno, senza mediazioni di

Continua

Open Data anche nella metropolitana parigina

Potenza degli open data, che le pubbliche amministrazioni italiane ancora snobbano per paura di svelarsi e svelar magagne. Altrove tira tutt’altra aria e anche le aziende giocano alla trasparenza. La metropolitana parigina, ad esempio, ha liberato dati e informazioni di ogni genere, dalla qualità dell’aria, al traffico, al numero di passeggeri, ai commercianti convenzionati, alla

Continua

openpolis spariglia e il politico è nudo

Eccoli lì, un esercito di candidati con la mano testa a chiederci un voto. Diamoglielo, perché siamo cittadini e non possiamo sottrarci al diritto/dovere costituzionale, ma facciamola pesare, la nostra crocetta sulla scheda elettorale. Chi sei? Cosa hai fatto? Cosa farai? Quali strumenti di conoscenza abbiamo? Da qualche tempo frequento Openpolis, sito unico nel suo

Continua

Borse di studio per giornalisti di nuova frontiera

Google mette a disposizione otto borse di studio per il Journalism Fellowship 2013, destinate a a chi vuole confrontarsi con il giornalismo investigativo e le nuove frontiere della professione (open data journalism, online freedom of expression, new business models for the industry). Il termine per la presentazione delle domande è il 31 gennaio 2013. Ogni singola borsa

Continua

Diffidare delle Smart Cities tarocche

Di open data tarocchi ho già parlato qualche giorno fa, citando quale dovrebbe essere il modello a cui ispirarsi per non vendere fumo ai cittadini. Ora, c’è un altro fantasma che si aggira per l’Italia: le smart cities. C’è sempre un’elezione alle porte, e gli amministratori locali, per farsi belli, hanno deciso di cavalcare anche

Continua

Gli Open Data e i posacenere di Bordeaux

Se mi chiedete qual è la valenza rivoluzionaria degli open data, rispondo che quando una pubblica amministrazione diventa trasparente, il cittadino può conoscere financo l’ubicazione geolocalizzata di ogni singolo posacenere installato in città. Caso estremo? Neanche tanto. Il portale open data del Comune di Bordeaux, in Francia, pubblica persino quelli, con tanto di coordinate GPS

Continua

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
novembre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930