Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Stai Visualizzando

Post taggati con ‘ open source ’

Il nuovo Office libero è con noi: LibreOffice 4.3

LibreOffice 4.3 è con noi. Ovvero, l’alternativa gratuita alla suite di Microsoft (ottava major release) è stata appena resa disponibile da The Document Foundation. La nuova versione offre una migliore interoperabilità dei documenti, con il supporto del formato OOXML Strict e il miglioramento della gestione degli elementi grafici nei documenti OOXML (DrawingML, font, mantenimento di stili e

Continua

Una mappa interattiva tira l’altra

Le mappe interattive sono come le ciliegie: una tira l’altra. Ecco così il suggestivo European word translator di James Trimble dell’Università di Glasgow, promotore del sito UK Data Explorer, che traduce all’istante una o due parole dall’inglese verso le altre lingue europee e le posiziona correttamente sulla mappa. Nulla di trascendentale, ma se fossi un

Continua

C’è giornalismo e churnalism, bellezza

Copiare e incollare comunicati stampa senza cambiare una virgola, correggere refusi e imprecisioni, verificare e incrociare le informazioni contenute, approfondire la notizia, non citare la fonte, è antico vezzo del giornalismo, in Italia e nel resto del mondo. Nessuno può scagliare la prima pietra. Ci siamo cascati tutti Una volta? Due? Talvolta? Spesso? Peccato mortale

Continua

Open source e PC a 50 euro per i cittadini baresi

Si dice trashware, cioè vecchi computer altrimenti destinati al macero rivitalizzati con software open source e venduti ai cittadini a cinquanta euro. E’ una buona pratica il progetto Brand:Gnu del Comune di Bari e della cooperativa Rehardwareing, perché educa al riciclaggio corretto dei rifiuti elettronici e al software libero e, allo stesso tempo, aiuta a

Continua

#Twitantonio il candidato a portata di tweet

Si scrive civic hacking, si legge #twitantonio, cioè i candidati a Senato e Camera a portata di tweet. Semplice e rivoluzionario, perché al politico piace twittare ma non “essere twittato”, avere followers ma non diventare follower dei comuni mortali. E invece #twitantonio te li mette a portata di tastiera, uno ad uno, senza mediazioni di

Continua

openpolis spariglia e il politico è nudo

Eccoli lì, un esercito di candidati con la mano testa a chiederci un voto. Diamoglielo, perché siamo cittadini e non possiamo sottrarci al diritto/dovere costituzionale, ma facciamola pesare, la nostra crocetta sulla scheda elettorale. Chi sei? Cosa hai fatto? Cosa farai? Quali strumenti di conoscenza abbiamo? Da qualche tempo frequento Openpolis, sito unico nel suo

Continua

Non c’è guerra o strage senza armi: mappa mondiale del commercio bellico

L’ultima è la strage di Milwaukee, nel tempio sikh. Due settimane fa l’eccidio di Denver, e poi centinaia di conflitti locali ignorati dai media. E’ sempre più facile procurarsi armi di piccolo calibro: pistole, fucili d’assalto e mitragliatrici leggere. Il sessanta per cento di tutte le morti violente nel mondo è provocato da questo tipo di

Continua

A Edimburgo l’Italia vince la partita del Futuro

Ben altra partita sta giocando in questi giorni l’Italia a Edimburgo. Lo stadio è la conferenza TEDGlobal 2012, e in palio non c’è una coppetta di latta bensì un’altra visione del Futuro. Le squadre sono composte da “artigiani creatori”: biologi, scienziati, informatici, architetti del codice digitale. Sono arrivati in Scozia per mettere le loro idee,

Continua

Con Serval potremo telefonare senza SIM

Tenete d’occhio questa pagina web, perché ove mai il Serval Project andasse in porto, i gestori delle telecomunicazioni mobili non riuscissero a sabotarlo e leggi e regolamenti non si mettessero di traverso, entro la fine dell’anno ci potrebbe essere una piccola rivoluzione telefonica. Si potrà parlare senza SIM, assicura Paul Gardner-Stephen, ricercatore australiano della Flinders

Continua

Syria Tracker la rivoluzione minuto per minuto

Dal 18 marzo 2011 al 16 marzo 2012 in Siria sono state uccise 11.147 persone. Tutte vittime della repressione del regime del presidente Bashar al-Assad.  La resistenza ha messo in campo un nuovo strumento digitale, per denunciare i crimini e tenere aggiornato il numero delle vittime, delle persone arrestate e di quelle scomparse nel nulla,

Continua

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
novembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930