Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Ecco i volti di Mikael Blomkvist e Lisbeth Salander

Mikael Blomkvist mi aveva conquistato con il suo giudizio sulla domanda cretina che i giornalisti cretini fanno in genere alle persone che hanno subito un grave trauma. Lisbeth Salander l’ho invidiata per la  capacità di dominare il suo passato e i computer.

Ho appena finito “La regina dei castelli di carta” e mi dispiace, anche perchè non potrò mai più sfogliare un libro di Stieg Larsson. Ho atteso con ansia che Marsilio pubblicasse l’ultimo volume della trilogia e, adesso, mi pento di averlo letto tutto d’un fiato. Dovremo aspettare maggio, per vedere il film tratto da “Uomini che odiano le donne”, che sarà nelle sale svedesi dal 16 febbraio. Intanto comincio a familiarizzare con i volti dei protagonisti. Michael Nyqvist e Noomi Rapace saranno Mikael Blomkvist e Lisbeth Salander e, almeno in queste foto, sembrano credibili. Speriamo che il regista danese Niels Arden Oplev sia all’altezza del compito.


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da Pino Bruno

  • Pingback: “Le ultime lettere” di Stieg Larsson | Video Folli()

  • Iulian

    All'inizio pensavo di aver buttato i soldi perchè non riuscivo a ricordare i nomi che sono veramente tanti nelle prime 30-50 pagine ma è bastato andare avanti per capire meglio. Dopo sono ritornato sulle prime pagine per capire meglio e non è stato male. Spero che il film non sia una delusione come la maggior pare dei film che vedo dopo avere letto i libri.

  • In addition, foreign corporations, banks and investors want a business environment that is free from the threat of disruption by war, strikes and insurrections, and in which private productive property is protected from corruption and expropriation. ,

  • M.

    Fino a quando ero convita che i libri fossero solamente tre, il dispiacere era contenibile. Ma ora sapendo che i libri in previsione erano addirittura dieci vorrei che il tempo potesse tornare indietro, che Stieg Larsson concludesse i suoi dieci libri, scrivesse un testamento affidando i suoi beni alla compagna, e potesse vivere una vita lunga… e scrivere ancora tanto, tanto..

  • Troppo piacioni questi due volti. Io Lisbeht me la immagino tipo Cristiana F. dello zoo di Berlino e Mikael un'incorcio tra un brutto George Clooney e uno sciatto Moratti. 🙂

    Concordo con te che è un peccato non poter leggere altro di Larsson.

  • @ gianni

    aveva già subito violenza e, poichè il suo tutore la ricattava e lei non aveva strumenti per difendersi, aveva deciso di registrare la violenza, per costringere a sua volta il tutore a smetterla.

  • gianni

    avrei una domanda da fare, Lisbeth salander è stata veramente violentata dall'avvocato suo tutore o ha organizzato tutto lei per poi tenerlo in pugno con il cd registrato?

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
febbraio: 2009
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
232425262728