Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Se c’è l’amore per i videogiochi c’è tutto

Lei barese, lui inglese, entrambi ventitreenni. Insieme hanno messo su a Londra una piccola software house per produrre videogames. I due ragazzi stanno puntando molto su Light, un videogioco il cui futuro dipenderà dai fondi raccolti sulla piattaforma di crowdfunding KickStarter. Anche se molto giovani, Roberta Saliani e Danny Goodayle hanno un curriculum già ricco di esperienze nell’ambiente degli sviluppatori videoludici. Tom’s Hardware li ha raggiunti nella capitale del Regno Unito per farsi raccontare la loro storia, umana e professionale. Dice tra l’altro Roberta: “In Inghilterra esistono anche altri modi per ricevere finanziamenti: Creative England è una delle tante agenzie che supporta progetti innovativi. Tuttavia Kickstarter è unico: ha il vantaggio di portare le idee e la creatività davanti agli occhi del pubblico, fin dal primo momento. Inoltre, cosa c’è di meglio di acquisire, coinvolgere e mantenere il pubblico mostrandogli i propri piani e prototipi?”

Danny Goodayle e Roberta Saliani

Se pensate che Light possa sfondare tra i videogame stealth, perché non dare una mano a Roberta e Danny?

Tutto l’articolo-intervista è su Tom’s Hardware.

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
settembre: 2013
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30