Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Il Devoto-Oli è come la coperta di Linus

Avere il Devoto-Oli su iPhone e iPad non ha prezzo, anche se l’applicazione – in verità – costicchia un po’. È come la coperta di Linus. Il dubbio, l’esitazione, il cedimento lessical ortografico sono sempre in agguato e  – chi con le parole ci lavora e ci campa – non può permetterselo. Con l’edizione digitale 2012 per i dispositivi mobili Apple, il dizionario ha fatto un altro salto di qualità.

L’applicazione è più facilmente usabile e fruibile. Sull’iPad adesso c’è lo sfoglialibro, che permette di consultare il dizionario sul display come se si girassero le pagine sul malloppone di carta. Sempre sulla versione iPad si possono personalizzare i lemmi con note, immagini e video e condividere le definizioni via mail o social network.

Altre buone novità – rispetto all’edizione 2011 – sono i neologismi, che caratterizzano la non sempre felice evoluzione della nostra lingua, con i termini più in uso al mondo digitale, tecnicismi economici, espressioni dialettali divenute universali, arcaismi, parole straniere.  Si può poi cercare il lemma a partire dalla forma declinata o coniugata. Dulcis in fundo, le abbreviazioni. Basta sfiorare la sigla per visualizzare le parole che la compongono.

Il Devoto-Oli 2012 costa 22,99 euro, mentre chi ha la versione 2011 può  fare l’aggiornamento con 2,99 euro. Il dizionario (che si consulta off line) comprende 35mila sinonimi e contrari tratti dal Le Monnier. Per le parole straniere c’è la funzione audio, per ascoltare la pronuncia corretta.

I latinismi (massime, proverbi, espressioni di uso comune, giochi con le parole) sono una app nella app e costano 0,79 euro.

L’applicazione si scarica qui, su Apple Store.


Twitter: @pinobruno

  • zikler

    In un articolo del genere non si può leggere “pò”… semmai “po’”. Idem per “È”…

    • pinobruno

      …quando si scrive con le tastiere dei dispositivi mobili accade, ma hai perfettamente ragione. Adesso correggo subito gli errori….con una tastiera decente! Grazie

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
maggio: 2011
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031