Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Enrica Lexie e i marò. Transponder AIS in avaria?

Dove si trovava la petroliera Enrica Lexie alle ore 16.00 – minuto più, minuto meno – di mercoledì 15 febbraio? In acque internazionali o in acque indiane? A quanto pare, tutto dipende da questo. Gli italiani sostengono la prima ipotesi, gli indiani la seconda. Eppure dovrebbe essere un dato incontrovertibile, garantito dal sistema di tracciamento AIS (Automatic Identification System)adottato dalla International Maritime Organization (IMO) che, dal dicembre 2004, rileva – minuto per minuto – la posizione di tutte le navi che superano la stazza lorda (GT, Gross Tonnage) di 299 tonnellate. Il Gross Tonnage della Enrica Lexie è 58000 tonnellate.

Ebbene, il tracciamento della petroliera italiana da parte della IMO è fermo alle ore  05:34 del 2 6 febbraio 2012, come si può constatare sul sito ufficiale.

Il 2 6 febbraio, alle cinque e trentaquattro del mattino, la Enrica Lexie era qui:

 

Ultima posizione AIS della Enrica Lexie

 

Strano davvero. La International Maritime Organization richiede che tutte le navi oltre le 299 tonnellate GT abbiano a bordo il Transponder AIS, che trasmette la posizione, velocità e altre informazioni dettagliate.

AIS serve soprattutto per impedire che le navi entrino in collisione, oltre che per agevolare il lavoro delle Autorità portuali di tutto il mondo nella gestione del traffico marittimo.

The Automatic Identification System (AIS) is an automatic tracking system used on ships and by Vessel traffic services (VTS) for identifying and locating vessels by electronically exchanging data with other nearby ships and AIS Base stations. AIS information supplements marine radar, which continues to be the primary method of collision avoidance for water transport.

A marine traffic coordinator using AIS and radar to manage vessel traffic.

An AIS-equipped system on board a ship presents the bearing and distance of nearby vessels in a radar-like display format.

A graphical display of AIS data on board a ship.

Information provided by AIS equipment, such as unique identification, position, course, and speed, can be displayed on a screen or an ECDIS. AIS is intended to assist a vessel’s watchstanding officers and allow maritime authorities to track and monitor vessel movements. AIS integrates a standardized VHF transceiver with a positioning system such as a LORAN-C or GPS receiver, with other electronic navigation sensors, such as a gyrocompass or rate of turn indicator. Ships outside AIS radio range can be tracked with the Long Range Identification and Tracking (LRIT) system with less frequent transmission.

Da questo sito Internet è possibile rilevare – in tempo reale – la posizione di tutte le imbarcazioni che rispondono ai criteri IMO.

Il Transponder AIS è composto da un ricevitore GPS (Global Positioning System), che raccoglie la posizione e i dettagli della navigazione, e da un trasmettitore VHF, che invia periodicamente le informazioni su due canali VHF (frequenze 161,975 MHz e 162.025 MHz – vecchi canali VHF 87 e 88). I dati sono accessibili a tutti.  Altre navi o stazioni base sono in grado di ricevere queste informazioni e rielaborarle con un software adatto a visualizzare le posizioni su un plotter cartografico o su un computer.

Il ricevitore AIS è collegato a un’antenna esterna sistemata a 15 metri sul livello del mare. Il segnale copre  un raggio di 15-20 miglia nautiche. Se le stazioni base sono sistemate a una quota più alta, il raggio si estende fino a 40-60 miglia nautiche.

Viene da chiedersi. Perché le ultime informazioni relative alla Enrica Lexie sono ferme al 2 6 febbraio? Cos’è successo? Il Transponder AIS è andato in avaria? E’ per questo che gli indiani contestano la tesi italiana?

Intanto si studia per rendere più efficace e capillare il sistema di tracciamento delle navi. Ci stanno lavorando gli scienziati della Universidad Carlos III de Madrid (UC3M, che hanno realizzato un sistema informatico – Information Fusion in Maritime Traffic –  in grado di integrare e unificare le informazioni provenienti da diversi tipi di sensori, radar e AIS (Automatic Identification System). Così neanche una canoa sfugge al controllo.

Fosse stato già in funzione, forse non ci sarebbe stato un caso Enrica Lexie.


Twitter: @pinobruno

  • IMO richiede l’istallazione di untrasponder AIS, ma l’uso è discrezionale.

  • Emelsiracusa

    Non è il 2 febbraio, ma il 6. la data indicata è 2012-02-06. 6 febbraio 2012

    • Giusto, doppio refuso, correggo, grazie.

  • Pingback: Enrica Lexie e i marò. Transponder AIS in avaria? | Video Folli()

  • Andrea Lattanzi

    Mi è capitato di lavorare tecnologicamente nella ricezione e interpretazione del segnale AIS per una importante istituzione di traffico marittimo Italiana. una delle principali critiche al sistema è proprio quella che viene utilizzato dai pirati per capire dove si trovano navi da attaccare nelle vicinanze attraverso un semplice ricevitore…. Non mi stupirebbe che il sistema sia stato disattivato VOLONTARIAMENTE per evitare visite più che probabili in acque mal frequentate. Di sicuro la mancanza di verità sull’incidente non puo’ essere attribuita alla mancanza di dati AIS. Non posso credere infatti che una nave non abbia registrata al suo interno (non per trasmetterla) una traccia GPS. Più che altro .. vista la delicatezza delle azioni fatte dai Maro’, oltre che bravi tiratori dovrebbero portarsi bravi cameramen che possano filmare l’aderenza delle procedure adottate con i protocolli di ingaggio approvati.

  • Pingback: Enrica Lexie e i marò. Transponder AIS in avaria? | Video Folli()

  • Pingback: Enrica Lexie e i marò. Transponder AIS in avaria? | Video Folli()

  • Pingback: Enrica Lexie e i marò. Transponder AIS in avaria? | Video Folli()

  • Pingback: Enrica Lexie e i marò. Transponder AIS in avaria? | Video Folli()

  • Enzo

    La pubblicazione dei dati AIS è funzione di stazioni in grado di ricevere e pubblicare (su Internet). Non esiste nessun sito ufficiale IMO che pubblica i segnali AIS. A questo proposito basta fare una verifica proprio su 
    http://www.marinetraffic.com/ per constatare come moltissime aree non presentano traffico AIS… ma non perchèp nessuno trasmette… Io prima di pubblicare notizie di questo tipo cercherei di informarmi megliuo su come funzionano questi sistemi….

    • Rispetto la sua opinione, ma leggo 
      How often is the data updated?
      Data received are uploaded in the database in real time and therefore they are immediately available on the map and on other pages. However, several positions shown on map may be not continuously refreshed (e.g. when a ship goes out of range). Vessel positions shown on map may be up to 1 hour old. Please note also that map web page is only periodically refreshed or whenever the ‘Refresh now’ link is pressed manually. 

      • Enzo

        I dati AIS vengono trasmessi via radio per essere ricevuti dalle altre  navi ovviamente in zona e che, proprio per la tipologia del servizio, possono trovare utile conoscere rotta, posizione, velocità della nave che trasmette queste informazioni ecc. ecc.. La frase: ” however, several positions shown on map may be not continuously refreshed (e.g. when a ship goes out of range)” conferma proprio quanto ho scritto nel mio commento: se la stazione di terra che rilancia le info su Internet è fuori copertura o meglio se la nave trasmette in aree non coperte da queste stazioni (non ufficiali) ovviamente la traccia non può essere visualizzata su Internet. L’effetto di tutto questo è l’apparente scomparsa del segnale o dell’improvviso spegnimento dell’apparato AIS. Apparente non accertato…

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
febbraio: 2012
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829