Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

Apple cede al ricatto di AT&T e blocca Google Voice. Pessima scelta

mela-marcia

Una mela marcia sulla copertina di TechCrunch

Anche le formiche, nel loro piccolo, si incazzano ed io – formichina del web – mi associo alla protesta, perché Apple ha deciso di bloccare la distribuzione di Google Voice sul suo store. Cioè, la Mela gigante ha ceduto alle pressioni delle telecom, infischiandosene dei diritti degli utenti. Colpo basso. Mela marcia, scrive Jason Kincaid sull’autorevole TechCrunch.

Già, perchè Google Voice (al momento disponibile solo negli USA) potrebbe essere la killer application della comunicazione a voce, come vi avevo raccontato qualche giorno fa. Non poter installare l’applicazione sull’iPhone è una limitazione inaccettabile. Non stiamo parlando di software illecito o pornografico (App Store blocca questo tipo di contenuti), bensì di un software realizzato per telefonare a basso costo tramite il protocollo VoIP.


Twitter: @pinobruno

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
luglio: 2009
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031