Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

L’odiosa gabella di internet in hotel

hotel-internet-wi-fiGian Antonio Stella ha il merito di trattare con profondità argomenti apparentemente marginali. Come fa oggi, a pagina 43 del Corriere della Sera, nella sua rubrica Tuttifrutti.  Il tema è internet a pagamento, prerogativa quasi esclusiva degli alberghi italiani.

Proprio qualche giorno fa ho protestato formalmente, con una nota scritta, dopo aver pernottato al Metropole Starhotel di Roma. Accedere alla rete costava una cifra. In qualsiasi altra città europea internet è gratis, anche nei Bed&Breakfast!

Scrive Stella: “…un pedaggio che risulta particolarmente inatteso e insopportabile ai turisti stranieri, che vivono las gabella per quella che è: una piccola e schifosetta rapina“. E, aggiunge: “…peccato, perché internet potrebbe davvero aiutare il turismo italiano a superare questi tempi difficili“.

E dire che – mediamente, a parità di servizi – gli hotel italiani costano molto di più rispetto a quelli europei e statunitensi.


Twitter: @pinobruno

  • Cristiano

    Che commento triste, in Irlanda ovunque B&B e albergo internet à gratuito, per quanto riguarda i servizi che l’albergo paga ci sono anche riscaldamento e luce elettrica ma nopn per questo iclienti li devono pagare a parte.
    Certo che se chi gestisce gli alberghi a queste idee non mi stupisco della crisi del turismo italiano

  • Analisi piuttosto qualunquista quella del cronista, non mi sono capitati molti casi di "complain" per il fatto che internet è a pagamento (sono portiere in un albergo 4 stelle a Sorrento), chi reclama sono di solito i soliti furbi: quelli che svuotano il frigobar per riempirlo di roba acquistata fuori, quelli che si fanno il bucato in camera e lo stendono sul balcone, quelli che pensavano il garage fosse incluso…

    Se "noi" paghiamo per servizio, perché dovremmo cederlo a costo zero, soprattutto se da nessuna parte è specificato da nessuna parte?

    P.S. non mi risulta che all'estero internet sia free.

    P.P.S. Se mi serve un certo servizio mi informo prima che sia free oppure no!

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
luglio: 2009
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031