Il Blog sta subendo alcuni interventi di manutenzione e aggiornamento, pertanto nei prossimi giorni si potrebbero riscontrare rallentamenti o malfunzionamenti.Ci scusiamo per il disagio.

La monnezza viaggia sotto terra. Anti Gomorra

E se la monnezza, opportunamente differenziata, la facessimo viaggiare sottoterra? Pensate a una città senza cassonetti, senza cumuli di sacchetti, senza camion di raccolta, senza puzza. Utopia? No, realtà, in quasi tutta la Svezia, nel quartiere Nyhavn di Copenhagen,  a Palma di Maiorca e – tra qualche giorno – anche in Francia, a Romainville, banlieue parigina. Il partner locale Veolia del gruppo svedese Envac ha installato il suo sistema automatizzato di raccolta pneumatica dei rifiuti in due quartieri della cittadina. Un servizio per 5800 abitanti e 2600 case, con 106 punti di raccolta che affiorano come periscopi sui marciapiedi.

Le nostre città

Sotto le strade corrono quattro chilometri di tubi che trasportano i rifiuti (esclusi vetro e ingombranti) al centro di raccolta alla velocità di settanta chilometri orari. Tutto il sistema è sigillato e filtrato, con contenitori pneumatici che non rilasciano sostanze e odori nell’atmosfera. All’arrivo a destinazione, i container vengono trasferiti a termovalorizzatori e centri di riciclaggio.

Come potrebbero essere...

Come potrebbero essere...

 

L’operazione Romainville è costata 8,3 milioni di euro. 2,5 milioni li ha sborsati il Comune, gli altri sono arrivati da varie agenzie pubbliche. L’investimento è notevole, ma il risparmio è garantito, per l’ambiente, l’arredo urbano, il personale impegnato nella raccolta tradizionale, l’uso dei camion, eccetera. Il sistema funziona 24 ore su 24 e gli effetti positivi si ripercuoteranno su tutta la filiera. Altre città vicine stanno decidendo di aderire al progetto e collegarsi alla rete sotterranea.

La monnezza sotto terra

Il sistema di trasporto sotterraneo dei rifiuti non è prerogativa della svedese Envac. Anche il gruppo finlandese MariMatic ha una sua soluzione, il MetroTaifun Metropolitan Waste Collection System.

Altro che utopia, se si considerano i costi esorbitanti della monnezza all’italiana (discariche, malavita, paesaggio degradato, eccetera). Napoli docet.

Questo video è quanto mai esplicativo:

 

Fonti: Le Monde, Envac, MariMatic

 


Twitter: @pinobruno

Pubblicato da RG

Pino Bruno

Scrivo per passione e per dovere, sono direttore di Tom's Hardware Italy, ho fatto il giornalista all'Ansa e alla Rai e scrivo di digital life per Mondadori Informatica e Sperling&Kupfer

Alcune delle mie Pubblicazioni
Stay in Touch

Sono presente anche sui seguenti social networks :

Calendario
ottobre: 2011
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31